Autocontrollo e sistema HACCP non sono termini sinonimi. Il concetto di autocontrollo ha una valenza più ampia, che discende dalla responsabilizzazione dell’Operatore del settore alimentare (OSA) in materia di igiene e sicurezza degli alimenti, e corrisponde all’obbligo di tenuta sotto controllo delle proprie produzioni. L’HACCP (Hazard analysis and critical control points) è invece un sistema che consente di applicare l’autocontrollo in maniera razionale e organizzata.

 

L’autocontrollo è obbligatorio per tutti gli operatori che a qualunque livello siano coinvolti nella filiera della produzione alimentare.

L’HACCP è obbligatorio solo per gli Operatori dei settori post-primari (bar, ristoranti, pizzerie, esercizi commerciali, panifici, macellerie, pasticcerie, gelaterie, laboratori di produzione, ecc..). Il sistema HACCP è quindi uno strumento teso ad aiutare gli OSA a conseguire un livello più elevato di sicurezza alimentare.

I principi su cui si basa l’elaborazione di un piano HACCP sono 7: Guida rapida.

Eco Safety segue le aziende e le attività commerciali per:

  • Definire ed organizzare il manuale di autocontrollo alimentare secondo i principi di HACCP;
  • La gestione delle periodicità del piano di autocontrollo – Campionamento ed analisi chimiche e microbiologiche svolti da laboratorio accreditato presso la regione;
  • Implementazione e gestione della tracciabilità di filiera secondo le più recenti normative europee, Reg. CE 178/2002 e dal Reg. CE 852/2004 ed internazionali, ISO/TS 22002-1:2009.