La legge 26 ottobre 1995, n. 447 prescrive la necessità per le attività che abbiano immissione in ambiente di potenziale inquinamento sonoro di svolgere un’indagine acustica sia sullo stato attuale che (eventualmente) di tipo previsionale per le future installazioni.

L’esito di tali indagini deve essere trasmesso al Comune di appartenenza al fine di ottenere il nulla osta per l’impatto acustico.

Ad eccezione di talune attività che posso autocertificare la propria posizione, occorre rivolgersi a un tecnico competente in acustica iscritto in apposito albo.